Amministrazione, Ambiente e rifiuti, Polizia urbana, sicurezza e Protezione civile
12 agosto 2020

Taglio di rami e alberi in proprietà privata interferenti con la ferrovia

 

Si condivide, per opportuna conoscenza, il testo dell'ordinanza del Sindaco di Pavia relativa al taglio di rami e alberi, in proprietà privata, interferenti con la sede ferroviaria e presenti sul territorio comunale.

Nel dettaglio, è fatto obbligo, "a tutti i privati confinanti con la sede ferroviaria ricadente nel territorio comunale di Pavia, ciascuno per la particella catastale di propria competenza di:

  1. provvedere al taglio di rami ed alberi che possono, in caso di caduta, interferire con l'infrastruttura creando possibile pericolo per la pubblica incolumità ed interruzione del pubblico esercizio ferroviario;
     
  2. rimuovere immediatamente alberi, ramaglie e terriccio, qualora caduti sulla sede ferroviaria dai propri fondi per effetto di intemperie o per qualsiasi altra causa;
     
  3. adottare tutte le precauzioni e gli accorgimenti atti ad evitare qualsiasi danneggiamento e/o pericolo e/o limitazione della sicurezza e della corretta fruibilità delle sedi della ferrovia confinanti con i propri fondi, così come previsto dagli artt. 52 e 55 del D.P.R. 11/07/1980, n. 753".

E, altresì:

"Ai competenti organi di vigilanza e della forza pubblica di effettuare i dovuti controlli, di applicare la presente ordinanza, e di reprimere le conseguenti violazioni arrecate".

Che chiunque violi la presente ordinanza sarà punibile con le comminatorie stabilite dal D.P.R. 11/07/1980, n.753, irrogate secondo il procedimento previsto dalla Legge 24/11/1981, n. 689.

Il testo completo dell'ordinanza è scaricabile dai correlati. 

Documenti correlati