Amministrazione, EMERGENZA COVID 19, Scuola, giovani e famiglia, Commercio e attività produttive, Polizia urbana, sicurezza e Protezione civile, Cultura, Turismo e Sport
21 ottobre 2020

Regione Lombardia, ordinanza n. 623 del 21 ottobre 2020

 

Si condivide, per opportuna conoscenza, il testo dell'ordinanza di Regione Lombardia n. 623 del 21 ottobre 2020, recante ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica da Covid-19.

Le disposizioni, qui riassunte, saranno in vigore dal 22 ottobre (fatta eccezione per le misure di prevenzione in ordine alle attività scolastiche: in vigore dal 26 ottobre 2020) al 13 novembre 2020.

SPOSTAMENTI

Stop agli spostamenti dalle ore 23.00 alle 05.00 di ogni giorno. Consentiti solo gli spostamenti motivati, con autodichiarazione, per comprovate esigenze lavorative, per situazioni di necessità o d'urgenza, per motivi di salute.

È sempre consentito il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza.

COMMERCIO

Nelle giornate di sabato e domenica verranno chiusi i negozi all'interno dei centri commerciali e le grandi strutture di vendita.

Saranno aperti solo i negozi di generi alimentari, prodotti per animali domestici, cosmetici e igiene personale, igiene della casa, piante e fiori e relativi accessori, nonché le farmacie, le parafarmacie, le tabaccherie e monopoli.

È fatto obbligo di esporre all'esterno degli esercizi commerciali un cartello recante il numero massimo di persone consentite all'interno.

Viene disposto lo stop di fiere e sagre.

BAR, PUB E RISTORANTI

Bar, pub e ristoranti potranno aprire dalle ore 5.00 alle 23.00; dopo le 18.00 verrà consentita solo la consumazione al tavolo e con un massimo di 6 persone per tavolo.

È consentita la ristorazione con consegna a domicilio e, fino alle 23.00, quella da asporto o con modalità "drive-through".

Stop ai distributori automatici h24 di alimenti e bevande, dalle ore 18.00 alle 05.00.

È sempre vietato il consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree pubbliche, compresi parchi, ville e giardini aperti al pubblico.

SCUOLA

Le scuole secondarie di secondo grado e le istituzioni formative professionali secondarie di secondo grado devono realizzare le proprie attività in modo da assicurare lo svolgimento delle lezioni mediante la didattica a distanza delle lezioni, per l'intero gruppo classe, qualora siano già nelle condizioni di effettuarla e fatti salvi eventuali bisogni educativi speciali. Agli altri istituti è raccomandato di realizzare le condizioni tecnico-organizzative nel più breve tempo possibile, per lo svolgimento della didattica a distanza.

SPORT Sono sospese tutte le gare e le competizioni degli sport di contatto di ambito regionale, provinciale o locale.

Le società e le associazioni dilettantistiche degli sport di contatto possono svolgere in forma individuale gli allenamenti e la preparazione atletica, a condizione che vi sia assoluta garanzia che, a cura delle stesse società e associazioni, siano osservate le misure di prevenzione dal contagio, ivi compreso il rispetto continuativo delle distanze interpersonali di almeno due metri.

Ulteriori dettagli nel testo del documento, scaricabile dai correlati.