Mobilità e trasporti, Scuola, giovani e famiglia, Amministrazione, Commercio e attività produttive, Polizia urbana, sicurezza e Protezione civile, Cultura, Turismo e Sport, EMERGENZA COVID 19
12 dicembre 2020

Lombardia in "zona gialla": le nuove regole

 

Il Ministro della Salute ha firmato l'ordinanza che dispone il passaggio in "zona gialla", dal 13 dicembre, della Lombardia, della Basilicata, della Calabria e del Piemonte.

Ecco cosa cambia:

SPOSTAMENTI

Sono sempre consentiti gli spostamenti dalle ore 05:00 alle 22:00 all'interno della propria regione e verso altre regioni in zona gialla.

RISTORAZIONE

Riaprono i luoghi della ristorazione dalle 05:00 alle 18:00 (es. bar, ristoranti, pasticcerie, gelaterie).

L'asporto è consentito fino alle 22:00, la consegna a domicilio rimane senza restrizioni di orario.

CENTRI COMMERCIALI E NEGOZI AL DETTAGLIO

Chiusi, nei giorni festivi e prefestivi, centri commerciali e strutture assimilabili, tranne che farmacie, parafarmacie, alimentari, edicole e tabacchi; fino al 6 gennaio i negozi al dettaglio possono prolungare l'orario di apertura fino alle 21:00.

ATTIVITÀ SPORTIVE

E' consentito svolgere attività sportiva anche al di fuori del proprio Comune di residenza; resta fermo che l'attività in questione debba essere svolta esclusivamente all'aperto, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento.

Nelle strutture sportive è inoltre interdetto l'uso degli spogliatoi interni.

Resta sospeso lo svolgimento degli sport di contatto.

Rimangono vietate tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto a carattere amatoriale.

E' consentito svolgere all'aperto e a livello individuale i relativi allenamenti e le attività individuate con il decreto del Ministro dello sport del 13 ottobre 2020, nonché gli allenamenti per sport di squadra, che potranno svolgersi in forma individuale, all'aperto e nel rispetto del distanziamento.

FESTIVITÀ

Sono vietati gli spostamenti in altre regioni dal 21 dicembre al 6 gennaio.

Sono vietati gli spostamenti dalle ore 22:00 del 31 dicembre alle ore 07:00 del 1 gennaio.

A meno che non si tratti di motivi comporvati di lavoro, salute o situazioni di necessità.

È sempre consentito il rientro al proprio domicilio, abitazione o residenza.

L'ordinanza è scaricabile dai correlati.
 

Documenti correlati