Scuole d'infanzia

Le scuole d’infanzia comunali di Pavia sono scuole paritarie ai sensi della Legge 10 marzo 2000, n.62 “Norme per la parità scolastica e disposizioni sul diritto allo studio e all’istruzione”.

Nella scuola d’infanzia comunale si esplorano con i bambini i grandi soggetti della conoscenza - l’universo, il pianeta, la natura, la vita, il corpo, la mente - in una prospettiva volta a superare la frammentazione delle discipline e a integrarle in nuovi quadri di insieme. L’esperimento, la manipolazione, il gioco, la narrazione, l’espressione artistica e musicale, sono occasioni privilegiate per apprendere, per via pratica, quello che successivamente, nella scuola primaria, dovrà essere oggetto di più elaborate conoscenze.

L’orizzonte pedagogico che fa da sfondo a questo impianto di lavoro assegna un ruolo significativo alla riflessività dell’educatore, alla sua capacità di leggere le esperienze spontanee infantili e trasformarle in opportunità di crescita culturale. Nella scuola d’infanzia comunale si tiene conto della singolarità e complessità del singolo bambino, della sua articolata identità, delle sue aspirazioni, delle sue capacità e delle sue fragilità, nelle varie fasi di sviluppo e formazione.

Lo sviluppo progressivo della socialità dei bambini è sostenuto da un’organizzazione per gruppi e/o sottogruppi che facilita l’incontro e la cooperazione e aiuta ciascun bambino nel superamento anche di eventuali problemi evolutivi. Si lavora per sezioni aperte. Si programmano attività con gruppi ampi e con gruppi trasversali alle sezioni per promuovere il fare insieme tra bambini e per osservare e sostenere le relazioni interpersonali. Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa P.T.O.F. delle scuole d’infanzia comunali è consultabile in allegato.

Le insegnanti ed il personale ausiliario, con il sostegno della coordinatrice e dell’équipe pedagogica lavorano insieme per il benessere dei bambini e per la costruzione di un rapporto di fiducia con la famiglia. Oltre alla relazione quotidiana con i bambini e le famiglie, le insegnanti dispongono di ore settimanali da dedicare al lavoro di progettazione, all’incontro con le famiglie, alla documentazione, all’incontro con operatori su temi specifici. Il personale ausiliario cura l’igiene dei vari ambienti ed affianca le insegnanti in alcuni momenti di relazione con i bambini (in particolare nel momento del pranzo e dell’igiene personale).

Le scuole d’infanzia comunali sono aperte ai bambini appartenenti a nuclei familiari residenti in Pavia di età compresa tra i 3 anni compiuti entro il 31 gennaio dell’anno scolastico di riferimento ed i 6 anni. Per i soli bambini residenti, per l’iscrizione occorre presentare domanda con procedura on line entro i termini previsti annualmente dal MIUR o presentandosi con appuntamento presso il Settore Istruzione del Comune di Pavia per la compilazione on line assistita. Le iscrizioni alle scuole d’infanzia pubbliche avvengono con procedura unificata per il servizio di scuola d’infanzia comunale e statale. Per conoscere l’ultimo bando di iscrizione si legga in allegato.

L'ambientamento alla scuola d’infanzia è previsto dal Piano Triennale dell’Offerta Formativa P.T.O.F. Decisa l’ammissione, l’ambientamento dovrà avvenire in accordo con le famiglie in tempi che tengano conto delle necessità dei bambini. Affinché la separazione tra genitori e bambino avvenga in modo sereno, è previsto un periodo di ambientamento di circa quindici giorni al fine di assicurare un passaggio graduale dall’ambiente domestico e/o dal nido. Prima che i bambini inizino la frequenza i genitori sono invitati a partecipare ad un incontro assembleare e ad un colloquio individuale con i docenti per uno scambio di informazioni sulle abitudini del bambino e sull’organizzazione del servizio.  

Le scuole d’infanzia comunali osservano il calendario scolastico regionale e di norma sono aperte da settembre a giugno.

Le scuole d’infanzia comunali funzionano dal lunedì al venerdì tra le 7,30 e le 17,30. L'ingresso potrà effettuarsi dalle 8,30 alle 9,30. L’entrata anticipata, dalle ore 7,30 alle ore 8,30 non è a pagamento ma è riservata ai bambini i cui genitori abbiano impegni lavorativi.

Si possono scegliere tra tre possibili orari di uscita: ore 13,00 (part time) – ore 16,00 (tempo normale) – ore 17,30 (tempo lungo).

Il prolungamento dell’orario che si effettua dalle ore 16,00 alle ore 17,30 è a pagamento trattandosi di un servizio aggiuntivo all’orario scolastico riservato solamente ai bambini i cui genitori abbiano un impegno lavorativo che non consente la fruizione dell’uscita regolare. Il diritto alla fruizione del servizio non decade in caso di astensione temporanea, facoltativa o obbligatoria, dall’attività lavorativa.

Le modalità di articolazione dell’uscita regolare (ore 16,00) possono essere concordate dal Consiglio di intersezione di ogni singola scuola in funzione delle esigenze delle famiglie e dell’attuazione del progetto educativo di plesso.

Il calendario di apertura del servizio è consultabile in allegato.

Per informazioni sui contributi da versare e le tariffe in vigore relativi al servizio di scuola d’infanzia comunale si legga in allegato.

L’iscrizione alla scuola d’infanzia comunale comporta il versamento di un contributo annuale d’iscrizione. Per la fruizione del prolungamento orario (dalle ore 16,30 alle ore 17,30) è previsto il pagamento di un contributo economico.

La descrizione del servizio di refezione scolastica e le informazioni sulle tariffe in vigore sono consultabili in allegato.

I pasti per i bambini sono cucinati presso il Centro di Cottura comunale a gestione esternalizzata e veicolati quotidianamente presso le scuole. Un menù stagionale, definito da consulenti specializzati del Comune, in accordo con tecnici della ditta fornitrice delle derrate alimentari, definisce, giorno per giorno, la composizione giornaliera del pasto. Tale menù è sottoposto a periodiche valutazioni da parte di un’apposita commissione composta da genitori, educatori, tecnici specializzati e da altri soggetti interessati alla gestione della refezione scolastica. Eventuali diete speciali, la cui necessità venga certificata da prescrizione medica, o autocertificata dai genitori se dovuta a motivi etici o religiosi, sono concordate dalla famiglia con il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Pavia.

Alla scuola d’infanzia non vengono somministrati farmaci, salvo i casi di assoluta necessità e quando la somministrazione sia indispensabile (farmaci “salva vita”) durante l’orario di permanenza all’interno del servizio. Detti casi devono essere autorizzati dalla Dirigenza del servizio e dal Direttore del Dipartimento di Prevenzione medica dell’ATS , sulla base del certificato del pediatra di libera scelta e  con uno specifico e formale accordo fra le parti

Link correlati

Documenti correlati

Contatti

Scuola d'infanzia Castiglioni
Via Verdi
0382 23108
e-mail infanzia.castiglioni@comune.pv.it  
Zona Pavia Storica

Dove

Link correlati

Contatti

Scuola d'infanzia Gazzaniga
Via Lanfranco 3
Tel 0382 27347
e-mail infanzia.gazzaniga@comune.pv.it   
Zona Pavia Storica

Dove

Link correlati

Contatti

Scuola d'infanzia MALCOVATI 
Via Mirabello 
tel 0382 466033 
e-mail infanzia.malcovati@comune.pv.it  
Zona Pavia Nord

Dove

Link correlati

Contatti

Scuola d'infanzia MUZIO
Via Pollaioli, 36 
tel 0382 573675
e-mail  infanzia.muzio@comune.pv.it   
Zona Pavia Est

Dove

Link correlati

Contatti

Scuola d'infanzia Negri
via dei Mille 128/A
tel 0382 21771
e-mail infanzia.negri@comune.pv.it 
Zona Pavia Storica

Dove

Link correlati

La scuola d'infanzia 8 Marzo

Contatti

Scuola d'infanzia 8 MARZO 
Via Tavazzani
Tel 0382 471071
infanzia.ottomarzo@comune.pv.it 
Zona Pavia Nord-Est

Dove

Link correlati

Contatti

Scuola d'infanzia Santa Teresa 
Via San Giovanni Bosco 
tel 0382 467854
e-mail infanzia.santateresa@comune.pv.it 
Zona Pavia Est

Dove

Link correlati

Contatti

Scuola d'infanzia VACCARI 
Via Don Minzoni 
tel 0382 423073
e-mail infanzia.vaccari@comune.pv.it  
Zona Pavia Ovest

Dove

Link correlati

Data ultima modifica: 07/01/2019

Ufficio di riferimento

Asili nido e scuole d'infanzia - U.O.I.



Responsabile dell'ufficio: