Anagrafe - Elettorale

I Servizi Demografici:

  • assicurano i servizi anagrafici (Anagrafe Popolazione Residente – Anagrafe Nazionale Popolazione Residente – Anagrafe Italiani Residenti Estero e servizi correlati);
  • si occupano della tenuta e della revisione delle liste elettorali e della gestione di tutte le operazioni connesse a consultazioni elettorali e referendarie;
  • esercitano le funzioni in materia di leva, statistica, toponomastica e censimenti;
  • assicurano i servizi di stato civile (nascite, adozioni, riconoscimenti, cambi di nome/cognome, matrimoni, separazioni, divorzi, unioni civili, morti e cittadinanze);
  • gestiscono i servizi cimiteriali e tutte le funzioni di polizia mortuaria (funerali e trasporto funebre, inumazioni/esumazioni, tumulazioni/estumulazioni, cremazioni, concessioni di sepoltura, concessioni/autorizzazioni per posa dei monumenti, concessione di aree per tombe di famiglia, gestione della manutenzione ordinaria dei cimiteri cittadini, del forno di cremazione e delle luci votive);
  • presiedono sul funzionamento della Commissione Elettorale Circondariale di Pavia, organismo autonomo costituito con Decreto del Presidente della Corte d’Appello, dopo l’insediamento del Consiglio Provinciale, ai sensi degli artt. 21 e segg. del D.P.R. 20/3/1967 n. 223, come modificati dall’art. 238 del D. Lgs. 19/2/1998, n. 51.

CHI SEI?

COMPILA IL MODULO DI DICHIARAZIONE DI RESIDENZA

COME FARE A PRESENTARE LA DICHIARAZIONE:

  1. Presentandosi direttamente all'Ufficio Anagrafe - Sportello Immigrazioni in  P.zza del Municipio, 2
    ORARIdal LUNEDI' al SABATO :  dalle ore 08,30 alle ore 13,00
    PER INFORMAZIONI TELEFONARE AI SEGUENTI NUMERI: 0382/399209 e 0382/399207

     
  2. Con lettera raccomandata all’indirizzo:
    COMUNE DI PAVIA – UFFICIO ANAGRAFE
    SPORTELLO IMMIGRAZIONE
    P.ZZA MUNICIPIO, 2 
    27100 PAVIA (PV)

     
  3. Con posta elettronica certificata – PEC all’indirizzo:  protocollo@pec.comune.pavia.it
     
  4. Con posta elettronica semplice:  cambio.residenza@comune.pv.it
     
  5. Con fax: 0382/399209
     

La trasmissione della comunicazione con le modalità sopra indicate è consentita ad una delle seguenti condizioni:

  • a) che l’interessato la sottoscriva con firma digitale;
  • b) che l’interessato trasmetta la dichiarazione attraverso la propria casella di posta elettronica certificata;
  • c) che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d’identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice

 

Per cambio di residenza si intende la variazione di residenza da altro comune, italiano o estero al comune di Pavia.

COME FARE A PRESENTARE LA DICHIARAZIONE:

1. Presentandosi direttamente: UFFICIO ANAGRAFE - SPORTELLO IMMIGRAZIONI 
    Dove: P.ZZA DEL MUNICIPIO, 2
    ORARI:  DAL LUNEDI' AL SABATO :  DALLE ORE 08,30 ALLE ORE 13,00

PER INFORMAZIONI TELEFONARE AI SEGUENTI NUMERI:

0382/399209
0382/399207

2. Con lettera raccomandata all’indirizzo:

COMUNE DI PAVIA – UFFICIO ANAGRAFE
SPORTELLO IMMIGRAZIONE
P.ZZA MUNICIPIO, 2
27100 PAVIA (PV)

3. Con posta elettronica certificata – PEC all’indirizzo:

protocollo@pec.comune.pavia.it

4. Con posta elettronica semplice :

cambio.residenza@comune.pv.it

5. Con fax:

0382/399209

La trasmissione della comunicazione con le modalità sopra indicate è consentita ad una delle seguenti condizioni:

a) che l’interessato la sottoscriva con firma digitale;
b) che l’interessato trasmetta la dichiarazione attraverso la propria casella di posta elettronica certificata;
c) che la copia della dichiarazione recante la firma autografa e la copia del documento d’identità del dichiarante siano acquisite mediante scanner e trasmesse tramite posta elettronica semplice

In allegato le modulistiche delle principali casistiche 

Documenti correlati

Si tratta di autenticazioni previste da norme diverse dal Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa.

Norme particolari infatti attribuiscono al funzionario dell’Ufficio Anagrafe, incaricato dal Sindaco il potere di attestare l’autenticità della firma in calce ad atti relativi a:

  • Consenso da  parte  degli aspiranti all’adozione, all’incontro  fra  questi ed  il minore da adottare  (art. 31,  comma 3  lett.e, legge 4 maggio 1983, n. 184)
  • Nomina del difensore, del mandato, della  procura speciale o qualsiasi altro atto  per cui il  codice di procedura penale preveda  l’autentica (art. 39 del decreto legislativo n. 271 del 28.07.1989)
  • Votazione per l’elezione degli organi di ordini professionali  (D.P.R. n. 169 del 08.07.2005)
  • Vendita e costituzione di diritti reali di garanzia relativi a beni mobili registrati, quali automobili, motocicli, rimorchi, imbarcazioni...( art.7 decreto legge n.223 del 04.07.2006 convertito in legge 248 del 04.08.2006)

Link correlati

La Legge n. 76/2016, in vigore dal 5 giugno 2016, prevede la disciplina delle convivenze di fatto (commi 36-65 dell’Art. 1).

La dichiarazione per la costituzione di una convivenza di fatto può essere effettuata da due persone maggiorenni, unite stabilmente da legami affettivi di coppia e di reciproca assistenza morale e materiale, residenti nel Comune di PAVIA, coabitanti e iscritte sul medesimo stato di famiglia.

Nel caso in cui gli stessi non siano residenti, coabitanti e iscritti sul medesimo stato di famiglia è necessario rivolgersi presso l’ufficio anagrafe per effettuare la variazione.

Gli interessati non devono essere legati tra loro da vincoli di matrimonio o da un’unione civile, né da rapporti di parentela, affinità o adozione.

Per ulteriori informazioni: 0382 399 206-243-245.

Documenti correlati

CARATTERISTICHE DEL DOCUMENTO

La carta di identità elettronica è l’evoluzione del documento di identità in versione cartacea. Ha le dimensioni di una normale carta di credito ed è caratterizzata da un supporto in policarbonato con la foto e i dati del cittadino corredato da elementi di sicurezza, un microprocessore e da altri strumenti idonei a fruire dei servizi erogati dalle Pubbliche Amministrazioni.

E’ contrassegnata da un numero seriale stampato in alto a destra ed avente il seguente formato:

C<lettera><numero><numero><numero><numero><numero><lettera><lettera>
(ad esempio CA12345AA)

I dati del titolare presenti sul documento sono: comune emettitore, nome e cognome del titolare, luogo e data di nascita, sesso, statura, cittadinanza, immagine della firma del titolare, validità per l’espatrio, foto, immagine di due impronte digitali, genitori (in caso di minorenne), codice fiscale, estremi dell’atto di nascita, indirizzo di residenza, codice fiscale sotto forma di codice a barre.

La C.I.E. è principalmente un documento di identificazione: consente di comprovare in modo certo l’identità del titolare, tanto sul territorio nazionale quanto all’estero, ad esclusione della verifica delle impronte per la lettura delle quali è necessaria un’autorizzazione da parte del Ministero dell’Interno.

LA RICHIESTA AL COMUNE

La C.I.E. potrà essere richiesta presso la sede centrale dell’Ufficio Anagrafe, sita in Piazza Municipio n. 2 o presso le 4 sedi decentrate del Comune:

PREVIO APPUNTAMENTO DA CONCORDARE CON GLI UFFICI:

  • per la sede centrale di Palazzo Mezzabarba l’appuntamento va prenotato tramite l’agenda elettronica di cui al seguente link: https://tupassi.it/
  • per le quattro sedi decentrate l’appuntamento va prenotato telefonicamente.

la sua durata varierà a seconda delle fasce di età.
Nel dettaglio:

  • 3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni
  • 5 anni per i minori di età compresa tra 3 e 18 anni
  • 10 anni per i maggiorenni

Il cittadino potrà recarsi nelle sedi sopraindicate munito di una fototessera che dovrà essere dello stesso tipo di quelle previste per il passaporto.
La C.I.E. ha un costo fisso attualmente previsto in euro 16,79 al quale vanno aggiunti i diritti di segreteria per un totale di euro 22,00 (ventidue/00).
In caso di primo rilascio dovrà essere esibita la vecchia carta di identità scaduta (o la denuncia di smarrimento/furto).
Per i minori occorrerà la presenza del minore e di almeno un genitore e la consegna dell’apposito modulo di assenso firmato dal genitore non presente.

La consegna del documento non sarà immediata; la CIE sarà spedita, entro sei giorni lavorativi dalla data di emissione, all’indirizzo di residenza o, in alternativa, ad altro indirizzo con l’indicazione di un delegato al ritiro oppure ritirata direttamente presso il Comune o le sedi decentrate.

NOTA IMPORTANTE:

Come previsto dalla Circolare del Ministero dell'Interno n. 4/2017, il rilascio della C.I. cartacea è ammesso ESCLUSIVAMENTE IN CASI DI REALE E DOCUMENTATA URGENZA per motivi di salute, viaggio, consultazione elettorale e partecipazione a concorsi o gare e appalti pubblici.

La C.I. in formato cartaceo potrà essere rilasciata anche nel caso in cui il cittadino sia iscritto nell'A.I.R.E. (Anagrafe Italiani Residenti Estero).

Si tratterà tuttavia di una eventualità temporanea, dovendo ogni Comune abbandonare progressivamente la modalità di emissione della carta di identità in formato cartaceo.

CASI PARTICOLARI

Nel caso di impossibilità del cittadino a presentarsi presso gli sportelli comunali a causa di malattia grave o altre motivazioni (detenzione, appartenenza ad ordini di clausura ecc.) un suo delegato dovrà recarsi presso gli Uffici comunali con la documentazione attestante l’impedimento, la carta di identità scaduta del titolare o altro suo documento di riconoscimento, la foto ed il luogo ove spedire la C.I.E. Effettuato il pagamento, concorderà con l’addetto comunale un appuntamento presso il domicilio del titolare per il completamento della procedura.

DONAZIONE DI ORGANI E DI TESSUTI

Presso gli sportelli comunali saranno a disposizione i moduli per la dichiarazione con la quale esprimere la propria volontà riguardo la donazione di organi e tessuti.
Normativa di riferimento: R.D. n. 773/18.6.1931; R.D. n. 635/6.5.1940; D.P.R. n. 649/6.8.1974; D.P.R. 445/28.12.2000; Circolare Ministero dell’Interno n. 10/2016 e successive.

Data ultima modifica: 04/06/2018