IMU - Imposta Municipale Propria

IMU

L’imposta, chiamata “nuova IMU”, in vigore dal 2020, mantiene in linea generale gli stessi presupposti soggettivi e oggettivi, disciplinati dalla normativa vigente nel 2019.

Pagamento dell’ Imposta

Il pagamento dell’imposta avviene in due rate, ossia 16 giugno per l'acconto e 16 dicembre per il saldo.

La norma che istituisce questo nuovo tributo, prevede che il versamento della prima rata della nuova IMU 2020 sia pari alla metà (50%) di quanto versato a titolo di IMU e/o TASI per l’anno 2019.

Il versamento della rata a saldo da effettuarsi entro il 16 dicembre p.v. dovrà essere eseguito a conguaglio, sulla base delle aliquote IMU anno 2020 approvate con la Delibera di Consiglio Comunale n. 15 del 23/07/2020.

Tale delibera, consultabile tramite il link a fondo pagina, ha confermato le aliquote in vigore nell’anno 2019.

Gli immobili che nel 2019 erano soggetti a Tasi (esempio beni merce, fabbricati agricoli strumentali), sono ora soggetti ad IMU (codice tributo 3918) e la misura dell’aliquota è invariata rispetto al 2019.

I contribuenti che vogliono calcolare in autonomia il tributo possono utilizzare il calcolatore a cui si accede tramite l’apposito link a fondo pagina.

Assistenza al calcolo.

Nel caso di situazione invariata rispetto all’anno 2019, si invitano i contribuenti a compilare il modello F24 ricopiando i dati del pagamento 2019 e modificando solo l’anno di imposta. Il modello F24 semplificato editabile, è reperibile al sottostante link.

I moduli cartacei sono invece disponibili presso gli sportelli bancari o gli uffici postali.

I contribuenti che necessitano di assistenza per il calcolo dell’IMU potranno:

  • Inoltrare richiesta via mail all’indirizzo imupv@comune.pv.it indicando dati anagrafici e possibilmente un contatto telefonico; con la medesima modalità l’ufficio restituirà il conteggio con relativo modello F24.
  • Inoltrare richiesta telefonica aL 0382 3991 e seguire le istruzioni vocali

Il calcolo dell’IMU verrà effettuato solo per i contribuenti che possiedono non più di 4 immobili (oltre all’abitazione principale e pertinenze).

Si ricorda che i conteggi vengono effettuati sulla base dei dati presenti in banca dati; il contribuente è tenuto a verificare la correttezza dei dati ed è responsabile della correttezza del calcolo.

Nell’indisponibilità di un indirizzo di posta elettronica, verranno concordate direttamente le modalità per il ritiro del calcolo e del modello F24.

Presentare la dichiarazione per agevolazione di pagamento IMU per locazioni a canone concordato:

In caso di immobili locati con contratti di locazione a canone concordato, disciplinati dall’Accordo Locale sottoscritto in data 24/01/2019, è necessario presentare apposita dichiarazione su modulo comunale (si veda link fondo pagina) entro il 16 dicembre dell’anno in cui il contratto è stato sottoscritto, ovvero rinnovato o prorogato.

E’ obbligatoria la presentazione di dichiarazione anche in caso di disdetta anticipata.

La Dichiarazione per agevolazione di pagamento IMU può essere consegnata all’Ufficio Tributi tramite uno dei seguenti canali:

  • PEC all’indirizzo protocollo@pec.comune.pavia.it;
  • email all’indirizzo imupv@comune.pv.it;
  • allo sportello, previo appuntamento, solo se non è possibile utilizzare la posta elettronica;
  • tramite Posta Raccomandata senza ricevuta di ritorno, inviando la documentazione a Comune di Pavia – Ufficio IMU – Piazza Municipio 2 – 27100 Pavia

E’ necessario inviare/consegnare la seguente documentazione:

  • copia del modulo comunale di dichiarazione (si veda link a fondo pagina), compilato e firmato;
  • copia di un documento di identità del dichiarante (non richiesta per consegna allo sportello);
  • copia del contratto di locazione o, in alternativa, ricevuta di avvenuta registrazione all’Agenzia delle Entrate;
  • copia attestato di rispondenza (Allegato 6 dell’Accordo Locale) per tutti i contratti stipulati, rinnovati o prorogati dopo il 24/01/2019.

Nel caso di invio tramite email o PEC:

  1.  indicare nell’oggetto “Dichiarazione per agevolazione di pagamento IMU” specificando il nome del contribuente e dell’inquilino, o un dato utile ad identificare l’appartamento locato (ad es. dati catastali);
     
  2. Utilizzare un unico modulo in caso di contitolarità dell’immobile, indicando i dati dei proprietari negli appositi spazi; in tal caso ogni proprietario dovrà sottoscrivere la dichiarazione e allegare copia del documento di identità;
     
  3. Inviare una email per ogni contratto;
     
  4. Allegare alla email solo files formato pdf producendo un file unico o un file per ogni documento/allegato (non si accettano scansioni delle singole pagine).

Link correlati

Data ultima modifica: 05/10/2020
Non hai trovato quello che cerchi? Scrivici