Comune di Pavia Comune di Pavia
 
 
Consorzio Sociale Pavese

FONDO SOCIALE REGIONALE (EX CIRCOLARE 4) - 2016

logo CSP

 

Con d.g.r. N. X / 5515 Regione Lombardia ha pubblicato le "Determinazioni in merito alla  ripartizione delle risorse del Fondo Sociale Regionale 2016” attraverso le quali si procedere all’assegnazione delle risorse del Fondo Sociale Regionale, al fine di rendere disponibili agli Ambiti territoriali le risorse regionali per il finanziamento dei servizi e gli interventi sociali per l’anno 2016, nel rispetto della programmazione zonale.

La ripartizione del Fondo Sociale Regionale avviene mediante l’assegnazione in forma indistinta delle risorse per ambito territoriale e comporta, da parte dell'Assemblea distrettuale dei Sindaci, la definizione di criteri di utilizzo delle stesse, approvati, coerentemente agli obiettivi, alle priorità e agli interventi individuati nel Piano di Zona,  fermo restando l’osservanza delle indicazioni regionali.
 
Le risorse per l’anno 2016 sono destinate a cofinanziare i servizi e interventi afferenti, in particolare, alle aree Minori, Disabili ed Anziani.
 
AREE D’INTERVENTO DA SOSTENERE CON LE RISORSE DEL FONDO
 
AREA MINORI E FAMIGLIA

  • Affidi: Affido di minori a Comunità o a famiglie (eterofamiliari e a parenti entro il quarto grado) (scheda SMAF AFFIDI)
  • Assistenza Domiciliare Minori (scheda SMAF SAD SADH ADM)
  • Comunità Educativa, Comunità Familiare e Alloggio per l’Autonomia (SCHEDE ANALITICHE)
  • Asilo Nido, anche organizzato e gestito in ambito aziendale (Nido Aziendale), Micronido, Nido Famiglia e Centro per la Prima Infanzia (SCHEDE ANALITICHE)
  • Centro Ricreativo Diurno e Centro di Aggregazione Giovanile (SCHEDE ANALITICHE)

AREA DISABILI

  • Servizio di Assistenza Domiciliare (scheda SMAF SAD SADH ADM)
  • Centro Socio Educativo (SCHEDE ANALITICHE)
  • Servizio di Formazione all’Autonomia (SCHEDE ANALITICHE)
  • Comunità Alloggio Disabili (SCHEDE ANALITICHE)

Si conferma che le Comunità di accoglienza residenziale per disabili, pur se accreditate come Comunità Socio Sanitaria, sono finanziabili con il Fondo Sociale Regionale indipendentemente dalla presenza di utenti che usufruiscono di voucher di lungo assistenza.

AREA ANZIANI

  • Servizio di Assistenza Domiciliare (scheda SMAF SAD SADH ADM)
  • Alloggio Protetto per Anziani (SCHEDE ANALITICHE)
  • Centro Diurno Anziani (SCHEDE ANALITICHE)

 

 Si ricorda quanto segue:

  • il Fondo Sociale Regionale assegnato è destinato al finanziamento delle attività per l’anno in corso;
  • ai fini della determinazione del contributo da assegnare all’Ente gestore, vengono prese a riferimento le rendicontazioni delle attività, dei costi e dei ricavi dell’anno 2015;
  • la rendicontazione riferita all’anno 2015 viene presentata al programmatore locale dagli Enti gestori, pubblici e privati, contestualmente alla richiesta di contributo, utilizzando strumenti cartacei o informatici forniti dalla Regione;
  • per le unità di offerta residenziali per minori la richiesta di contributo deve essere corredata dalla copia della dichiarazione inviata a Regione Lombardia di assolvimento del debito informativo per l’anno 2015 riguardante l’applicativo “Minori in Comunità”(Minori Web). 

 

SCHEDE DI RENDICONTAZIONE UNITÀ DI OFFERTA (RENDICONTAZIONE DATI ANNO 2015)

 
Per accedere al contributo relativo occorre rendicontare i COSTI 2015 compilando  le schede  analitiche sotto riportate.
 
SCHEDE ANALITICHE UDO SOCIALI : il file excel si compone di 15 fogli di compilazione delle unità di offerta sociale secondo il seguente ordine, codice e denominazione:


ENTI GESTORI (da compilare con i dati dell’ente gestore – tale dato sarà automaticamente riportato nelle schede successive)
AN – Asilo Nido
MICROAN – Micronido
NF – Nido Famiglia
PRINF – Centro di Prima Infanzia
CRDM – Centro Ricreativo Diurno per Minori
CAG – Centro di Aggregazione Giovanile
CEM – Comunità Educativa per Minori
COMF – Comunità Familiare
AA – Alloggio alla Autonomia
CAD – Comunità Alloggio per Disabili
CSE – Centro Socio Educativo
SFA – Servizio di Formazione alla Autonomia
APA – Alloggio Protetto per Anziani

CDA -  Centro Diurno per Anziani

 
Per la rendicontazione dei costi sostenuti nell'anno 2015  relativi agli AFFIDI e Servizi SAD e ADM, saranno utilizzati i file predisposti da Regione attraverso l'applicativo SMAF.

 

COME PROCEDERE:
 
Per accedere ai contributi del Fondo Sociale Regionale  le unità di offerta sociali devono essere tra quelle già individuate dalla Giunta regionale ai sensi della d.g.r n.7287/2008, e devono essere in regolare esercizio nell’anno in corso (in possesso dell’autorizzazione al funzionamento oppure, ai sensi della l.r. n. 3/08, avere trasmesso al Comune sede dell’unità di offerta la Comunicazione Preventiva per l’Esercizio - CPE).

 
La richiesta del contributo deve essere obbligatoriamente presentata tramite l'apposita istanza che, insieme ai file, dovrà pervenire all'Ufficio di Piano ENTRO LE ORE 12.00 di LUNEDI 03  OTTOBRE 2016 attraverso l’indirizzo e-mail: consorziosocialepavese@pec.comune.pv.it

 

I file relativi agli AFFIDI e Servizi SAD e ADM dovranno essere inseriti nella piattaforma SMAF ENTRO LE ORE 12.00 di LUNEDI 03  OTTOBRE 2016.

 

Qualora fosse necessario, l’Ufficio di Piano potrà caricare le schede di rilevazione degli affidi e dell’assistenza domiciliare per conto dei Comuni afferenti all’Ambito territoriale, in tal caso, si richiede di far pervenire, all’indirizzo consorziosocialepavese@pec.comune.pv.it,  le schede da inserire nel programma SMAF entro le ore 12.00 di giovedì  29 SETTEMBRE 2016, in modo da poter permette all’ufficio il controllo ed il successivo caricamento delle schede nella piattaforma.

Si ricorda che il sistema non permette il caricamento di file con dati incompleti. Si richiede quindi di prestare particolare attenzione alla compilazione di tutti i dati richiesti e caselle presenti.

 Per eventuali chiarimenti è possibile contattare l'Ufficio di Piano al n. 0382.399536 o all'indirizzo di posta elettronica: consorziosocialepavese@pec.comune.pv.it