Expo 2015

E015, Digital Ecosystem

E015 - Digital Eco System

Il Comune di Pavia ha aderito a E015, Digital Ecosystem, la piattaforma digitale integrata, attraverso la quale è possibile rivolgersi direttamente ai visitatori dell’Expo per promuovere la propria offerta e permettere l’utilizzo dei propri prodotti in modo semplice e immediato.

Il logo identificativo del progetto è stato creato ad-hoc, facendo attenzione sia all’esigenza di continuità con la strategia di Expo Milano 2015, sia alla necessità di far proseguire il progetto autonomamente, anche dopo la conclusione dell’evento. Pertanto, il colore istituzionale del logo E015 è presente nella paletta di Expo Milano 2015  il carattere tipografico è la font istituzionale di Expo Milano 2015.

La denominazione di “digital ecosystem” permette, inoltre, un’identificazione ben precisa del progetto. La decisione di combinare in questo modo gli elementi, tenendo conto di alcuni tratti caratteristici del logo Expo Milano 2015 pur distinguendosi da esso, permette la creazione di un’identità nuova, che possa permanere in modo indipendente anche in un periodo successivo all’evento.


Tale ecosistema:
• permette la fruizione di servizi via Internet con un approccio open e standard;
• garantisce alle imprese visibilità sul sito Internet di Expo;
• contribuisce alla realizzazione della Smart City di Expo;
• sarà un lascito permanente al territorio.

 

E015 offre ai soggetti aderenti numerose opportunità:

  1. Mettere a disposizione un servizio. Il soggetto aderente pubblica all’interno dell’Ecosistema un servizio disponibile per la realizzazione di applicazioni End User. Contestualmente alla pubblicazione, il Service Provider stabilisce le condizioni di utilizzo e le opzioni selezionate per la fruizione dei dati e delle funzionalità erogate dal servizio.
  2. Mettere a disposizione una applicazione. Il soggetto aderente pubblica all’interno di E015 – Digital Ecosystem una End User Application, realizzata utilizzando alcuni dei servizi resi disponibili da parte di altri soggetti.
  3. Mettere a disposizione un servizio di Identity Provider. Il soggetto aderente agisce in qualità di Identity Provider specializzato nella gestione dell’Identità Digitale e pubblica all’interno dell’Ecosistema uno speciale servizio condiviso per la verifica della validità delle credenziali degli utenti finali. La disponibilità di servizi di questo tipo (denominati servizi di IdP) abilita la separazione di ruoli tra chi fornisce funzionalità applicative agli utenti e chi si occupa della gestione dell’identità digitale degli utenti. I servizi di IdP consentono di “agganciare” a E015 – Digital Ecosystem i bacini di utenza da essi gestiti e possono essere utilizzati da parte degli End User Application Provider per l’esternalizzazione delle funzionalità di verifica e gestione delle credenziali utente. 
  4. Mettere a disposizione un glossario. Il soggetto aderente propone di pubblicare all’interno dell’Ecosistema un glossario condiviso che possa essere utilizzato come schema di classificazione e data model di riferimento da parte di chi sviluppa applicazioni e servizi all’interno di uno o più domini applicativi. Il Technical Management Board ed il Governance Board possono a loro volta decidere di recepire all’interno dell’Ecosistema glossari condivisi ritenuti significativi per maturità e grado di diffusione.